26/09/08

Chi sono:

Nome: Giuliano Monterosso

Nascita: Crotone, 21/01/78.

Professione: insegnante, naturalista.

Interessi: birdwatching, fotografia, arte, musica, lettura.

Contatti: isabellinus@yahoo.it


.


"La fotografia è l'attenzione al reale, è l'umiltà, è il rispetto verso quello che c'è, senza deformarlo."
(Monika Bulaj)

"I fotoamatori, di solito, amano il tele, perchè cercano di isolare le situazioni. Io preferisco il grandangolo, perchè non voglio solo mostrare l'azione, ma anche l'ambiente. In fondo, la foto artistica non mi interessa, mi interessa il documento. Indubbiamente la fotografia è un fatto culturale, su questo non ci piove. Ma non so fino a che punto la si debba considerare un'arte."
(Gianni Berengo Gardin)

"Diffido di chi utilizza una lingua urlata solo per farsi sentire più lontano, per attirare l'attenzione. Il problema, ho sempre pensato, non è quanto forte urli; è quello che ci metti dentro l'urlo, dentro la densità estetica del tuo linguaggio.
Lo stile va distinto dagli stilismi. Lo stilismo, mi spiegò una volta Sciascia, si nutre di trovate, lo stile di idee. Laconico e definitivo, come solo Leonardo sapeva essere".

(Ferdinando Scianna)

"Si può essere così assorbiti dal proprio stile da distruggere il soggetto. Preferisco un onesto fotogiornalismo in cui lo stile ceda il posto al contenuto".
(David Alan Harvey)


Le mie prime esperienze con le ottiche di precisione risalgono agli anni delle scuole medie, quando nasceva la mia grande passione per il birdwatching.
Ho iniziato a fotografare in modo più consapevole a partire dal settembre 2008, dopo alcuni anni di pratica legata soprattutto al ricordo dei luoghi visitati e delle persone care.
Prediligo la fotografia naturalistica, il reportage e la foto di strada. Mi affascina l'elemento umano ed in generale ogni realtà che attiri la mia attenzione e che ritengo meritevole di essere raccontata attraverso le fotografie. I miei sono, naturalmente, dei semplici tentativi. Provo a narrare attraverso i miei occhi e, molto spesso, con le parole a completamento delle immagini.
Questo blog è lo spazio in cui mostro i miei lavori, diario fotografico di un appassionato alle prime esperienze.
Mi è capitato di esporre in pubblico alcune mie fotografie, più o meno accomunate da un qualche filo conduttore (parlare di portofolio mi pare ben al di là delle mie intenzioni), seppure preferisca le stampe non appese alle pareti o un libro correlato da testi per la fruizione pubblica dei miei scatti. Un breve resoconto di quanto esposto sino ad oggi lo si trova comunque qui. Mentre qui alcune foto pubblicate su libri, articoli e riviste on-line.
L'attrezzatura che utilizzo, dopo alcuni anni di esperienza fotografica, è vocata alla leggerezza e alla discrezione. Due senza specchio (Fujifilm: X100 con ottica 23mm e X-Pro 1 con 18 e 35mm) e una reflex (Nikon D90 con ottiche fisse e un paio di zoom, che uso soprattutto per le macro ed i soggetti più distanti). Nel complesso, però, sono d'accordo con quanto sostiene Albert Moldvay a proposito dell'attrezzatura: "una fotografia non inizia dalla macchina fotografica, finisce lì".
Un giorno, quando le finanze me lo permetteranno, mi piacerebbe utilizzare il sistema M della Leica, col suo approccio discreto, silenzioso e di estrema qualità. Il tutto finalizzato al contatto diretto con le persone, al racconto fotografico senza velleità artistiche, puramente documentario e semplice nei contenuti.
Perchè in fotografia non mi interessa l’immagine ad effetto, l’inquadratura vertiginosa, lo sviluppo artistico. La realtà, a saperla cogliere, ha in sè già tutte le meraviglie del più straordinario degli spettacoli.
Giuliano M.
.

2 commenti:

ilpini ha detto...

" La realtà, a saperla cogliere, ha in sè già tutte le meraviglie del più straordinario degli spettacoli."
concordo pienamente
:)

Giuliano M. ha detto...

Grazie del passaggio e complimenti per il tuo blog, molto interessante! Ciao,
G.